Anna Felder

Anna Felder nasce a Lugano, si laurea all’Università di Zurigo, insegna al Liceo di Aarau e si occupa dell’integrazione sociale e culturale nella Svizzera tedesca, dei giovani immigrati italiani e delle loro famiglie: esperienza cui si lega la sua prima opera narrativa, Tra dove piove e non piove (Pedrazzini, Locarno 72). Su raccomandazione di I. Calvino pubblica La disdetta (Einaudi 74); seguono Gli stretti congiunti (Locarno 80), Nozze alte (Locarno 81), Nati complici (Casagrande, Bellinzona 99), Le Adelaidi (Sottoscala, Bellinzona 07), Venti frammenti (Lugano, Alla chiara fonte 13). Oltre a romanzi e racconti  scrive radiodrammi e un’opera teatrale, L’accordatore (Balerna, L’ulivo 97).

Nel 1998 riceve il Premio Schiller per l’insieme della sua opera.  Vive oggi a Aarau e a Lugano. Gran parte dell’opera di A.F. è tradotta in tedesco. E’ dell’estate 2014 la traduzione in francese di Tra dove piove e non piove: Le ciel est beau ici aussi (Editions Alphil, Neuchâtel).

(Photo © Jiri Vurma)